Utilizzi

Interni


Esterni


Rustico

bocciardato
spuntellato
fiammato
graffiato
rigato
spacco

Estratte a partire dal neolitico le pietre di Apricena e Trani fanno parte del patrimonio culturale pugliese. Grande impulso all'estrazione si é avuto in età imperiale romana e in seguito con il basso medioevo con la finalità tipica del materiale edile da costruzione.
E' la pietra tipica foggiana, nelle chiese cittadine, nel palazzo della Camera di Commercio, di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, il municipio della stessa Apricena sono solo alcuni esempi.
E' stata largamente impiegata nell'architettura napoletana del XVIII e del XIX secolo per importanti opere, quali i Reali Palagi di Napoli, Portici e Caserta, nonché per edifici privati e chiese e nella Reggia di Caserta del Vanvitelli. A Roma la si trova nel Palazzo di Giustizia, Palazzo Venezia, l'Università Gregoriana, il Traforo di S.Bibiana ed il Palazzo dell'INA.
Infine la recente chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo, progettata da Renzo Piano, la pietra di Apricena (nella varietà bronzetto) è utilizzata per gli scopi più disparati (composizione della struttura portante, pavimentazione, decorazioni).
Nonostante questi utilizzi nobili la pietra di Apricena viene anche utilizzata per opere di muratura a faccia a vista con finitura rustica, a spacco cava.






Giuseppe Dell'Erba s.n.c. - Via per Mariano, 30 - 20030 Lentate sul Seveso (MI) - ITALY - Tel.: +39 0362 - 542.157 Fax: +39 0362 - 542.510 - info@giuseppedellerba.it - www.giuseppedellerba.it



Giuseppe Dell'Erba s.n.c. - p.iva 00862260965 - copyright © 2010